Orari e servizi

 
 
 
La vecchia sala della biblioteca nell'allora palazzo delle scuole comunali di via Verdi
Orari

 
​Lun - Ven     10:00 - 18:00


CHIUSURE STRAORDINARIE 2018


La biblioteca rimarrà chiusa nei giorni di:
Lunedì 25 giugno
Martedì 26 giugno
Lunedì 24 dicembre



Servizi
​​
Consultazione e prestiti

Qualunque tipo di materiale viene dato in consultazione nella sala aperta al pubblico.
Fatte salve alcune categorie di particolare pregio o specialistiche, gran parte dei documenti può essere presa a prestito.

La biblioteca non pratica il prestito interbibliotecario (ILL), nemmeno nell’ambito del Catalogo bibliografico trentino.


 

Fotocopie

Nei limiti della legge, è possibile fotocopiare qualunque tipo di materiale.
Fotocopie in bianco e nero costano 5 centesimi di euro ogni foglio A4, 10 centesimi di euro ogni foglio A3

Scansioni

Per alcuni materiali (come carte, mappe, pagine a colori) è possibile ottenere nel giro di qualche giorno delle scansioni con un formato massimo di cm 25x35.

I file vengono masterizzati su un CD fornito dalla biblioteca e compreso nel costo: fino a 2 scansioni euro 3,00 / ogni altre due scansioni euro 1,00
Portandosi una chiavetta usb si evita il costo del cd (1 euro).​ 

​​
 
Esempio di un antico regolamento in lingua inglese
Regolamento
della biblioteca del Museo delle Scienze

Consultazione e prestiti

Richiesta di opere in consultazione
Per ogni opera richiesta va compilato il modulo apposito con tutte le informazioni richieste. Non si danno in consultazione più di tre opere contemporaneamente. Per i periodici non si danno in consultazione più di cinque annate (o eventualmente volumi rilegati) per volta.
Per la consultazione di opere delle sezioni Libro antico e Carte antiche è richiesto sempre un documento di identità (i dati anagrafici dell'utente assieme agli estremi dell'opera data in consultazione verranno annotati su un apposito registro). Il documento verrà restituito alla riconsegna dell'opera.

Prestito a domicilio
Tutti coloro che abbiano compiuto 14 anni possono avere opere in prestito a domicilio. Al primo prestito viene richiesto un documento d'identità per l'archivio interno della biblioteca. Per ogni opera richiesta va compilato un modulo di prestito. Non si prestano più di due opere per volta, arrivando a tre se una o più sono estratti.
La durata del prestito è di venti giorni, prorogabili fino a un massimo di altri venti se nel frattempo l'opera non è stata richiesta da altri utenti. I ritardi nella riconsegna delle opere vengono riportati nell'archivio interno della biblioteca. Dopo tre ritardi l'utente viene sospeso dal prestito.
L'utente è tenuto a restituire le opere avute in prestito nello stesso stato in cui le ha ricevute. Chi smarrisce o deteriora l'opera avuta in prestito è tenuto a rifondere alla biblioteca il doppio del valore venale dell'opera, oppure, qualora si tratti di un esemplare fuori commercio, al doppio del suo valore a stima del direttore.

Materiali esclusi dal prestito
Sono esclusi dal prestito:

  • enciclopedie, dizionari, bibliografie, libri di testo ed opere di consultazione a carattere generale
  • i periodici
  • le pubblicazioni anteriori al 1900
  • le opere delle sezioni: Libro antico, Carte antiche, Tesi e manoscritti, Fondo Bresadola
  • le opere in più volumi
  • le opere con materiale allegato fisicamente separato
  • tutte la carte geografiche, tematiche, geologiche e relative note illustrative
  • il materiale non ancora inventariato e catalogato
  • il materiale che necessita di rilegatura o comunque in stato di conservazione precario
  • le fotografie aeree
  • le opere utilizzate dai conservatori e dai tecnici del Museo ai fini della ricerca e qualunque opera che, a discrezione dei bibliotecari, si ritenga di escludere dal prestito anche solo temporaneamente
  • video, DVD e CD-ROM


Fotocopiatura e fotoriproduzione

È possibile fotocopiare le opere avute in consultazione con la macchina disponibile in biblioteca nelle modalità stabilite dalle leggi vigenti. Ciascun utente è responsabile dell'uso che fa di questo servizio.

Sono escluse dalla fotocopiatura le tesi di laurea, i manoscritti, le opere stampate prima del 1900 e qualunque opera che, a giudizio dei bibliotecari, potrebbe subirne un danno.

Per particolari esigenze è concessa la fotoriproduzione di opere avute in consultazione in biblioteca. La fotoriproduzione sarà a cura dell'utente. A giudizio dei bibliotecari potranno essere escluse da questo servizio le opere che da ciò potrebbero subire un danno.

Comportamento

I frequentatori devono mantenere un comportamento tale da non recare disturbo agli altri utenti. In particolare si richiedono il silenzio e la cura del materiale avuto in consultazione.

I bibliotecari potranno allontanare le persone che non rispetteranno queste norme. Nei casi più gravi, su proposta dei bibliotecari il Consiglio di amministrazione del Museo potrà interdire l'utente dall'uso della biblioteca per un periodo determinato o per sempre.​


​​​