0 | La scoperta inizia dai sensi

 
 
piano terra

​​​​​​​​​​​​​​​​​

  • MD21980_Maxi-ooh_620x305
  • MD22059_Maxi-ooh_620x305
  • MD22116_Maxi-ooh_620x305
  • MD22134_Maxi-ooh_620x305
  • MUSE_Big_Bang_(c)_Simone-Cargnoni_7310_620x305
  • MUSE_Big_Bang_(c)_Simone-Cargnoni_7374_620x305
immagine precedente immagine successiva
Uno spazio per bambini, perché il MUSE vuole che i bambini ci siano.
Bambini da 0 a 5 anni aperti a scoprire, capire, osservare, provare. Partendo da quello che loro sanno fare così bene: toccare, annusare, guardare e vedere, sentire. Maxi Ooh! è un posto così, che permette di sperimentare i sensi attraverso i sensi, mettendo a disposizione occasioni ogni volta diverse e originali. Originali come sono le intenzioni e le azioni di ciascuno.
 
Maxi Ooh! sembra un luogo neutro nelle linee e nei colori, quasi sospeso, in attesa. Questo se non c'è qualcuno dentro. Non si muove se non si muove qualcuno, non fa vedere nulla se non c'è qualcuno a fare qualcosa. Ma se i bambini entrano ad animare gli ambienti, Maxi Ooh! apre a esperienze di stupore, scoperta, conoscenza.
 
Maxi Ooh! manifesta i sensi di chi ci sta dentro. Si colora e si muove, in dialogo con i pensieri, le azioni, i gesti di chi lo abita. Vibra della curiosità che spinge a esplorare, della ricchezza di gesti e percorsi possibili per incontrare il mondo. Maxi Ooh! è esperienza capace di aprire orizzonti oltre il quotidiano per  bambini che guardano sempre con occhi aperti e lucidi e con testa libera quanto di interessante, arricchente e anche divertente, hanno già visto e mai visto, già sentito e mai sentito, già toccato e mai toccato, già annusato e mai annusato, già assaggiato e mai assaggiato. 

 
Ogni sfera è dedicata a un senso in particolare, ma i bambini sanno tenere insieme, sperimentano e imparano con tutto, corpo, mente, emozioni. È uno spazio senza indicazioni, dove anche l'adulto non insegna, ma partecipa allo stupore.
Ecco perché il pubblico di Maxi Ooh! è composto da babult – coppie di bambini (baby) e adulti accompagnatori (adult) - che insieme scoprono l’ambiente e condividono un nuovo modo di stare insieme. 

Pavimenti, pareti, camere sensorizzate, virtuale e reale reagiscono e si modificano insieme allo spazio e ai suoi possibili utilizzi. Anche l'acqua, in bagno, potrebbe muoversi in modi nuovi, così come le luci che cambiano e le superfici diverse che danno alla pelle varie sensazioni, in base alle scelte e alla curiosità di chi ci entra. 

 
Dentro e fra le sfere il gioco della scienza nasce evocando gli elementi della vita, rimandando ai bambini un'idea di sé come creatore di scenari non scontati. 

Solo per bambini 0-5 anni e i loro genitori, o accompagnatori. Peccato, vien da dire a tutti gli altri! ​​


Progetto realizzato con la consulenza di:
Ufficio infanzia del Servizio infanzia e istruzione del primo grado – Dipartimento della Conoscenza – Provincia Autonoma di Trento
Federazione Provinciale Scuole Materne Trento


Main Sponsor                                       Sponsor tecnico

               



 
  •  
Science Center
La galleria Hands-on, letteralmente a portata di mano,  si trova al piano 0 del Museo delle Scienze, subito dopo l’ingresso alle zone espositive dalla lobby di accesso. In quest’area troviamo una ventina di postazioni interattive dedicate alle scienze di base, che coinvolgono il visitatore in brevi e sempici esperimenti legati a concetti e principi di fisica, matematica e scienze naturali e che ognuno di noi può osservare nella vita quotidiana.
È un’esperienza di visita piacevole e divertente, ma al tempo stesso scientificamente corretta e rigorosa: attraverso la sperimentazione giocosa  il pubblico si avvicina a concetti scientifici  a volte anche complessi con la curiosità di scoprire divertendosi.

Potremo testare la nostra abilità nello stare in equilibrio, riprodurre un suono con la nostra voce o ascoltare la musica con i denti. E poi scoprire come le astronavi mantengono la rotta e perché sulla Terra esistono i cicloni e gli anticicloni. Avvicinarsi ai misteri della luce e delle illusioni ottiche, conoscere da vicino lo spazio e il tempo, utilizzare un computer solamente con gli occhi!