Al via il podcast radiofonico "Motori di ricerca"

05/09/2020
​Ogni domenica una nuova puntata. MUSE *On Air*, la piattaforma radiofonica nata durante i giorni del lockdown, presenta un nuovo programma, “Motori di ricerca”, per conoscere le storie e il lavoro, spesso dietro le quinte, dei ricercatori del museo. Protagonista della prima intervista, già disponibile su Spreaker, è Alex Fontana, archeozoologo.  

MUSE *On Air*, la piattaforma radiofonica nata nella primavera del 2020 per sopperire al lockdown, lancia il nuovo podcast “Motori di ricerca”. Dieci puntate, online ogni domenica alle 20 sul canale Spreaker del museo, che raccontano le storie di chi, con il suo lavoro quotidiano, ha intuizioni, scoperte, scrive libri o sa cogliere e decifrare gli spunti che provengono dalla vita quotidiana e sviluppare soluzioni per migliorare la vita degli altri.“Attenzione però. Non troveremo barbuti e occhialuti personaggi alla fioca luce di una lampada, immersi nella polvere di un archivio o tra gli alambicchi di un laboratorio. Troveremo persone che raccontano il presente e inventano il futuro. Veri e propri... motori di ricerca!”, avverte lo staff del Museo delle Palafitte del Lago di Ledro, sede territoriale del MUSE, che nel corso dell’estate ha dato vita a dei live pomeridiani con interviste e approfondimenti scientifici in diretta da Piazza Preistoria (lo spazio antistante il museo di Ledro).

Un nuovo contenitore culturale e di intrattenimento, ora anche online, che nasce dal desiderio di valorizzare il “mondo della ricerca” e i suoi protagonisti. “Con domande proviamo a parlare anche di argomenti complessi che grazie all’ entusiasmo e alla curiosità dei ricercatori intervistati arrivano a coinvolgere tutti”, spiegano gli ideatori di “Motori di ricerca”.
Protagonista della prima puntata “L’uomo con tanti scheletri nell’armadio”, già ascoltabile su MUSE *On Air* (qui) e sulle principali piattaforme di podcasting, è Alex Fontana, archeozoologo del MUSE. Domani sera invece, dalle 20, sarà online il secondo episodio dal titolo “T-Rex e Ringo Starr”, con Massimo Bernardi, paleontologo del MUSE, alle prese con temi legati alle estinzioni di massa, all’evoluzione e all’Antropocene. Parola poi, puntata dopo puntata, a glaciologhi, botanici, esperti di astronomia e innovazione, e altre figure di specialisti che, spesso dietro le quinte, muovono gli ingranaggi della ricerca con la loro curiosità e le loro scoperte.
 
{Bookmark CONDIVIDI}
{Bookmark VOTA SOCIAL}