MUSE fuori orario: Fate il vostro gioco!

Escape room e giochi di ruolo

29/08/2022
​Giovedì 1 settembre dalle 21 alle 24, ultimo appuntamento con MUSE fuori orario, le speciali aperture serali del museo con attività, performance e installazioni per incontrare la scienza in orario insolito. Il ciclo si conclude con “Fate il vostro gioco!”: in programma due Escape room, il gioco degli scacchi in formato gigante e tanti giochi da tavolo, di più tradizionali ai più recenti, strizzando l’occhio alle tecnologie virtuali.  Questa è la serata giusta per chi ama fare e discutere di scienza giocando. In collaborazione con Escape4change, associazione Volkan – Tana dei Goblin e ASDPS Unione Scacchistica Trentina. L’ingresso al MUSE sarà a tariffa ridotta a partire dalle 18. Nel pomeriggio, ultimo appuntamento anche con gli aperitivi scientifici di Drink’n’Think.  

“Il gioco ha una storia molto antica e ha sempre rivestito un ruolo importante nelle dinamiche sociali legate alla condivisione delle conoscenze sia per adulti che per bambini – spiega Christian Lavarian del MUSE. “La gamification impiega gli strumenti del gioco da tavolo, del gioco di ruolo e del videogioco per trasmettere in modo immersivo e divertente i temi più diversi. Il gioco da tavolo e il gioco di ruolo sono strumenti accessibili a chiunque e consentono di immedesimarsi in modo profondo nelle tematiche scelte tramite la simulazione di esperienze. I giocatori sono posti di fronte a scelte, a volte personali, a volte condivise, che spingono a riflettere in modo creativo e originale sulle problematiche e gli argomenti proposti. Il raggiungimento dell’obiettivo finale e l’aspetto puramente ludico diventano uno stimolo a favore della comprensione delle dinamiche del gioco e quindi dei temi proposti”.  

“No borders” e “Climate change”, sono i titoli delle due escape room. La prima invita a riflettere sulle ragioni che stanno alla base della divisione in stati nazionali e sulle forze e gli interessi che - nel terzo millennio - continuano a creare separazione. Nella seconda, invece, la narrazione parte dalla storia di Sara, una cooperante italiana che lavora in una delle zone più calde ed aride del mondo: l’Afar, una regione etiope al confine con Eritrea e Somalia per riflettere sul cambiamento climatico in atto.  

Inoltre, i visitatori potranno cimentarsi con divertenti sfide e quiz su temi scientifici, vivere incredibili avventure virtuali alla scoperta degli esopianeti e cimentarsi con il tradizionale gioco degli scacchi e con giochi da tavolo. Esperienze immersive che permettono di approfondire temi scientifici diversi con tanto divertimento, attraverso la sfida o la collaborazione, con meccaniche originali e scenari di gioco sempre diversi. Adatti a tutte le età.   

Da ultimo, sarà possibile visitare la mostra Lacaux Experience, recentemente inaugurata al MUSE, che permette di entrare virtualmente nella meravigliosa grotta di Lascaux e ammirarne i preziosi dipinti di epoca preistorica.
 
{Bookmark CONDIVIDI}
{Bookmark VOTA SOCIAL}