MUSE di mezza estate

Via dall'Inferno!

18/07/2020
Sabato 25 luglio, in occasione del settimo compleanno del museo, torna l’appuntamento con MUSE di mezza estate, quest’anno in una veste del tutto rinnovata. Una giornata di attività per le famiglie, musica e riflessioni con il talk scientifico “Comunicare la pandemia. Scenari attuali e futuri possibili” e, in collaborazione con il Centro Servizi Santa Chiara, il film muto del 1911 “INFERNO”, rimasterizzato e proiettato con colonna sonora dal vivo eseguita dal gruppo musicale Edison Studio. L’obiettivo è trascorrere una serata all’insegna del dialogo su quanto abbiamo vissuto durante il lockdown, stiamo vivendo tutt'ora e sul ruolo che ha la scienza nei contesti di emergenza.   

Non sarà una vera e propria festa, come nelle scorse edizioni, ma l’occasione per riflessione su passato, presente e futuro dell’emergenza sanitaria ancora in corso. Sabato 25 luglio, in occasione del suo settimo compleanno, il MUSE – Museo delle Scienze ha deciso di proporre in una veste del tutto rinnovata quello che in questi anni è diventato un appuntamento fisso dell’estate trentina.MUSE di mezza estate, questo il nome dell’evento che dal 2013 scandisce l’anniversario, dalle 16.30 e fino alle 1 di notte, porterà nel grande giardino un fitto programma di laboratori e attività dedicati alle famiglie, talk scientifici, djset e la proiezione di “INFERNO”, film muto del 1911 che per l’occasione sarà musicato dal vivo da Edison Studio.
Il sottotitolo “Via dall’Inferno! è un chiaro richiamo dantesco a tornare “a riveder le stelle”, come recita l'ultimo verso dell'Inferno della Divina Commedia. Parafrasando l’attualità, a superare questo periodo con nuovi sguardi e strumenti.Una serata quindi all’insegna della sicurezza consapevole e del dialogo su quanto stiamo vivendo e saremo costretti a vivere. Con l’intento di analizzare il ruolo della scienza e della comunicazione scientifica nei contesti d’emergenza provando a proporre e immaginare scenari futuri che infondano alle persone responsabilità e spirito giusto per affrontare – in maniera più consapevole - il domani. 
E questo a partire dalle giovani generazioni. Dalle 16.30 alle 19.30, nel giardino e negli orti del MUSE, famiglie e bambini potranno seguire le attività e i laboratori interdisciplinari di SUMMERTIME, il programma estivo del MUSE e delle sue sedi territoriali, con un occhio più attento su tutte le azioni di sicurezza attivate in materia di prevenzione. Tra le attività più originali, “My handimals”, laboratorio di body painting ispirato agli animali dipinti sulle mani dall’artista Guido Daniele, “Sullo stesso pianeta”, dedicato agli animali e piante a rischio estinzione, “Birdgarden”, percorso alla scoperta degli esseri viventi che popolano gli orti del MUSE, “Cartaplani”, per imparare a costruire un aeroplano di carta, l’osservazione del Sole e il Bioblitz al Parco delle Albere per monitorare, muniti di smartphone e tanta curiosità, la biodiversità locale. Tutti i partecipanti a MUSE di mezza estate riceveranno un omaggio a cura di Latteria Merano e Ricola.
Dalle 17.30 alle 23 sarà aperta al pubblico l’installazione #actnow, uno spazio artistico, realizzato in collaborazione con Niederstaetter, dove porsi domande sul presente e cercare risposte per il futuro del nostro pianeta sulla base dei 17 Obiettivi per lo Sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu.Dalle 19.30 apericena a cura del MUSE Cafè, seguita dal dj set lounge di PierDj.

L’entrata in museo sarà gratuita dalle 17.30 alle 21, con prenotazione obbligatoria.

Il programma serale di MUSE di mezza estate inizia alle 21.15 con i saluti istituzionali, seguiti dal talk scientifico “Comunicare la pandemia. Scenari attuali e futuri possibili”. A leggere quello che è accaduto da febbraio 2020 ad oggi a livello di ricerca scientifica, di scelte in termini di previsione e di gestione del rischio da parte delle istituzioni, di comunicazione e percezione da parte della cittadinanza, vi saranno due ospiti d’eccezione: Roberta Villa, membro della task force anti fake news del governo e giornalista laureata in medicina e chirurgia, e Carla Broccardo, co-founder di AFI – Associazione Futuristi Italiani.
Infine alle 22.30, in collaborazione con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara, la proiezione di “INFERNO”, un film in bianco e nero prodotto da Milano Films nel 1911 (durata 71’), restaurato nel 2006 dalla Cineteca di Bologna. Adattamento del primo cantico della "Divina Commedia" di Dante Alighieri, con scene ispirate alle illustrazioni di Gustave Doré (1832-1883), è il primo lungometraggio della storia cinematografica italiana. La colonna sonora, musicata dal vivo, sarà eseguita in originale da Edison Studio, un importante ensamble italiano di musica elettroacustica specializzato nella sonorizzazione e produzione di opere audiovisive. 

Tutte le iniziative sono gratuite, con prenotazione obbligatoria:
Le attività del pomeriggio si possono prenotare allo 0461/270311.
Per il talk scientifico “Comunicare la pandemia. Scenari attuali e futuri possibili” e la proiezione del film “INFERNO” è necessario registrarsi su Eventbrite. 

Special Sponsor Summertime: Latteria Sociale Merano, Niederstaetter, Centro Commerciale Twenty, Ricola, La Sportiva.Il MUSE riapre in sicurezza grazie a Nuova Sapi, Digital Technologies, Germo, Solimene Forniture Industriali.
 
{Bookmark CONDIVIDI}
{Bookmark VOTA SOCIAL}