I progetti realizzati dal MUSE grazie al tuo 5xmille

​Nel 2021
La Convenzione ONU dei diritti delle persone con disabilità stabilisce il dovere degli Stati di assicurare loro la partecipazione alla vita culturale della comunità, garantendo l’accesso ai materiali e ai luoghi di cultura, favorendo lo sviluppo del loro potenziale creativo e riconoscendo le loro specificità culturali e linguistiche. 

Il MUSE, in adesione a quanto dichiarato in sede ONU e riaffermato da ICOM, condivide il ruolo degli enti pubblici come attori di socialità e inclusione, con particolare riferimento alle fasce più fragili della popolazione vale a dire le persone con disabilità cognitiva, fisica, senso-percettiva, relazionale e culturale. 

Nello specifico il progetto Open MUSE svolto nell’anno 2021 ha riguardato l’accessibilità, intesa come comprensibilità dei contenuti, e l’inclusione, intesa come partecipazione attiva del pubblico di persone con disabilità alla costruzione di percorsi di visita. Per l’ambito Accessibilità è stata pubblicata la guida MUSE facile da leggere scritta in linguaggio Easy to Read. Il linguaggio Easy to Read (o Facile da Leggere) è uno standard europeo di scrittura semplificata che, seguendo una serie di regole sulla strutturazione delle frasi e sull’utilizzo dei termini, rende i contenuti di un testo comprensibili anche alle persone con disabilità cognitive, con disturbi dello spettro autistico o con difficoltà di lettura. Il progetto è stato realizzato in collaborazione ANFFAS Trentino Onlus e con la consulenza di Anffas Udine che ha assegnato alla guida il logo “Facile da leggere” di Inclusion Europe

Per l’ambito Inclusione sono state ideate, progettate e realizzate le Visite in Tandem. Otto persone con disabilità di vario genere sono state coinvolte dai mediatori del MUSE e seguite dagli operatori delle Cooperative Sociali, attraverso sessioni di scrittura collettiva, workshop e sopralluoghi per la predisposizione di un nuovo percorso di visita al museo. Affiancate dai coach nella spiegazione dei contenuti del museo al pubblico (da qui il nome Tandem), queste persone hanno dato vita a visite guidate in grado di rendere la scoperta di contenuti scientifici un’esperienza emozionante. 


Nel 2020
I progetti realizzati nel 2020 sono stati la conseguenza di azioni attivate negli anni precedenti.
In occasione della Giornata Internazionale dei Musei del 18 maggio è stato prodotto Ottone, primitivo col nasone: storia semiseria di un’evoluzione umana - Un filmato inclusivo adatto a tutti, realizzato da tutti. Il progetto “Ottone primitivo col nasone” è nato come contributo alla riflessione sul tema Musei per l’eguaglianza: diversità e inclusione. Ideato proprio nei giorni del “distanziamento sociale” obbligato, questo progetto è stata una delle risposte che il MUSE ha dato al bisogno insostituibile di incontro con il suo pubblico e i suoi amici. Il progetto è stato pubblicato sul canale YouTube del MUSE.

Sempre nel 2020 sono state attivate le visite guidate in LIS (linguaggio dei segni) e le visite guidate multisensoriali dedicate a ciechi e ipovedenti, sviluppate in collaborazione con le associazioni del territorio AbC-IRIFOR del Trentino e ENS Trento
In autunno il MUSE ha dato il via al progetto Banca dei ricordi: raccolta collettiva di ricordi audio/video, legati alla natura e al territorio alpino, allo scopo di creare una memoria comune da condividere e da valorizzare nel passaggio dai nonni ai nipoti.

Infine, in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità che ricorre ogni 3 dicembre, è stato organizzato Al MUSE si sta bene un evento importante quale vetrina per tutti gli enti e le associazioni che si occupano di accessibilità inclusione.