Mosquito alert

L'app per inviare segnalazioni sulle zanzare

13/10/2020
Foto Fabio Pupin, MUSE - Museo delle Scienze​

Le zanzare non sono più quelle "di una volta". Negli ultimi decenni, la globalizzazione e i cambiamenti climatici hanno portato alla diffusione in Italia ed in Europa di specie di zanzare esotiche, un tempo confinate alle regioni tropicali, prima di tutte la famosa zanzara tigre (Aedes albopictus), ma anche altre specie meno note, come la zanzara giapponese (Aedes japonicus) e quella coreana (Aedes koreicus).

Queste specie hanno condizionato le nostre abitudini essendo attive di giorno e particolarmente moleste (una singola zanzara può pungere la stessa vittima per più volte in pochi secondi). Inoltre le temiamo perché  possono trasmettere virus capaci di causare malattie gravi.
Oggi il monitoraggio della distribuzione delle zanzare aliene e di quelle nostrane (tra cui Culex pipiens) coinvolge tutti i cittadini europei attraverso Mosquito Alert, un’applicazione gratuita per telefoni cellulari, che consente di inviare immagini e dati.   

Mosquito Alert prodotta 6 anni fa come applicazione spagnola, è stata già tradotta in 17 lingue, Italiano incluso, e aggiornata rispetto alla versione del 2014. La nuova versione consente non solo l'invio di foto delle zanzare (aliene e non), ma anche segnalazioni delle punture ricevute. Una task force di oltre 50 entomologi, tra i quali anche esperti del MUSE, identifica le specie e crea un database utile per aggiornare la mappa di distribuzione delle zanzare. Gli esperti ritengono che l’uso della App possa implementare i dati ottenuti dal monitoraggio entomologico convenzionale (con ovitrappole e trappole per adulti) in modo significativo ed invitano tutti i cittadini ad utilizzarla.

 
Condividi