Da non perdere

​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​
 
 
Summer School Dolomiti UNESCO 2019
Eventi naturali estremi: le Dolomiti e la "tempesta Vaia". La resilienza del territorio
​Visto il gradimento delle edizioni precedenti, ritorna la Summer School UNESCO: educazione alla vivibilità. La IV edizione, dal titolo “Eventi naturali estremi: le Dolomiti e la tempesta Vaia. La resilienza del territorio”, si svolgerà dal 26 al 28 agosto presso il Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo in Val di Fiemme. 
Il percorso di formazione è organizzato dal MUSE in collaborazione con Fondazione Dolomiti UNESCO, tsm-Trentino School of Management, Agenzia provinciale per le foreste demaniali, Università di Trento, Comune di Predazzo, Istitut Cultural Ladin “Majon Di Fascegn”, Magnifica Comunità di Fiemme, Regola Feudale di Predazzo, Parco Naturale di Paneveggio - Pale di San Martino. 
Le Dolomiti, Patrimonio Mondiale UNESCO, festeggiano quest’anno i 10 anni dal loro riconoscimento! Nell’ambito degli eventi programmati nel Decennale è inserita anche la quarta edizione della Summer School UNESCO. 
In questa edizione il focus tematico è incentrato sulla resilienza delle fragili aree alpine di fronte agli eventi naturali estremi che si stanno verificando con una sempre maggiore frequenza. Verrà considerato come caso studio la “Tempesta Vaia” che nell’autunno 2018 ha provocato ingenti danni al patrimonio forestale dell’arco alpino. Il brusco cambiamento del paesaggio, il forte impatto emotivo nella popolazione e le azioni di ripristino e prevenzione che si dovranno concertare fra i diversi soggetti coinvolti, faranno da spunto nel presentare temi importanti.
L’approccio è basato sul principio dell’“imparare facendo” e sulla condivisione dei saperi e delle narrazioni, in modo che ogni docente corsista, alla fine del percorso formativo, abbia a disposizione non solo contenuti scientifici aggiornati, ma anche la definizione di un metodo didattico spendibile nella propria  esperienza professionale. 
Il percorso di formazione di 23 ore, è dedicato ai docenti di Scuola Primaria e Secondaria di I e II grado.​​
 
Il Trentino per la Biodiversità
La biodiversità di interesse agricolo e alimentare
​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​Il MUSE aderisce alla “Giornata nazionale della biodiversità di interesse agricolo e alimentare” dedicando alle scuole l’apertura straordinaria di lunedì 20 maggio dalle ore 10 alle ore 18
A disposizione delle classi un ricco programma di esperienze a tema, gratuite e su prenotazione. Un’occasione per apprezzare da vicino la biodiversità trentina e per conoscere l’attività e l’impegno che istituti, organizzazioni e associazioni mettono a favore della sua conservazione e valorizzazione. 

Inoltre, numerosi corner a fruizione libera negli spazi museali e negli orti, forniranno approfondimenti su varie tematiche: i colori dei cibi e la loro importanza per la salute, la bachicoltura, i cereali e i lieviti per la panificazione, gli animali che vivono negli orti, gli equilibri tra natura e intervento umano…infine i partecipanti potranno cimentarsi nella preparazione di gustose caramelle alle verdure e erbe aromatiche!

Dalle ore 16 alle 17 è previsto anche l'incontro per i Docenti "La coltivazione dei cereali in Trentino" per la condivisione di esperienze con Angelo Giovanazzi del Consorzio Alpi Bio, Enzo Mescalchin della Fondazione Mach e Costantino Bonomi del MUSE. Al termine verrà rilasciato l'attestato di partecipazione.  

La giornata è organizzata dal MUSE in collaborazione con APPA, FEM, Comune di Trento, PAT Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette e Servizio Agricoltura, CREA, Biodistretto, Progetto 92, Ecomusei del Trentino, Federbio, Alpi BIO, Comunità Murialto-Villa Rizzi, Associazione Pimpinella. Si ringrazia: ​​
                                      
 
Trento si presenta
Pacchetto "I musei della città"
​​I servizi educativi di MUSE, Museo Diocesano Tridentino e Museo del Castello del Buonconsiglio propongono un pacchetto di attività per conoscere aspetti storici, artistici e naturalistici della città e del territorio trentino. Da settembre 2018 a febbraio 2019 sarà possibile prenotare, nella stessa giornata o in due giornate consecutive, due o tre dei seguenti percorsi a tariffa agevolata.​

Alla scoperta del MUSE 
Il percorso espositivo del MUSE - Museo delle Scienze usa la metafora della montagna per raccontare la vita sulla Terra. La visita permette di esplorare tutti i piani espositivi del museo, o di approfondirne alcuni, con percorsi tematici dedicati e adattati a seconda dell’età dei partecipanti, con visite guidate interattive o percorsi animati nelle sale. Le tematiche affrontate vanno dall’esplorazione dei ghiacciai alla scoperta della biodiversità alpina, alla sostenibilità, fino alle meraviglie della serra tropicale e dell’evoluzione della vita.

​Per le vie di Trento sulle tracce della città del Concilio 
La fama di Trento è da sempre legata al concilio ecumenico che vi si svolse tra il 1545 e il 1563. Ancora oggi strade, palazzi, edifici di culto conservano tracce significative dello storico evento: le scopriremo seguendo indizi, giochi, racconti che un bizzarro 'educAttore' sottoporrà agli studenti in visita alla città. Il percorso si concluderà in museo con l'analisi dei dipinti raffiguranti le Congregazioni generali e le Sessioni solenni. Per la scuola Primaria, verrà proposto un itinerario ludico e multisensoriale ideato per far scoprire in modo divertente alcuni luoghi caratteristici di Trento.

Parola chiave castello: percorso alla scoperta del castello del Buonconsiglio
Monumento simbolo della città e del territorio, secolare luogo di potere, il Castello del Buonconsiglio è stato fortezza medievale, sontuosa residenza dei principi vescovi di Trento, caserma austro-ungarica nell’Ottocento e oggi museo. In un appassionante percorso di scoperta, diversificato per ordine scolastico e adattabile a specifiche esigenze formative, bambini e ragazzi, guidati da un educatore, esplorarono tappa dopo tappa ambienti e decorazioni, ricostruiscono aspetti e vicende del passato. L’individuazione di parole-chiave consente di fissare i concetti più importanti da portare a casa.



 
 ​ 

 
Attività per il Nido e l’Infanzia
​​​​​​​​​​​Il MUSE propone numerose attività al target specifico di Nido e Scuola dell’Infanzia con l’obiettivo di insegnare ai piccolissimi, attraverso un’esperienza coinvolgente, il metodo scientifico ancor prima dell’alfabeto.
I bambini in prima persona possono sperimentare attraverso i sensi, aprendosi a esperienze di stupore, scoperta e conoscenza.
 
Speciale Lunedì
 Anche quest’anno il MUSE dedica un lunedì al mese ai piccolissimi, con l’obiettivo di facilitare la visita in un ambiente totalmente a misura di bambino e bambina.
 
Le sale e le aree del Museo, saranno infatti riservate e a disposizione unicamente di Nidi e Scuole dell’Infanzia, senza la presenza di classi di altro grado, né di pubblico: un’esperienza ancor più coinvolgente, grazie a un ambiente stimolante e innovativo ma allo stesso tempo sereno e protetto, in cui sarà possibile confrontarsi con scienza, ambiente e creatività, manipolazione ed esperimenti. 
 
Questi i lunedì dedicati nel corso del 2019:
14 gennaio 2019
11 febbraio 2019
11 marzo 2019
15 aprile 2019
13 maggio 2019
10 giugno 2019 
 
Mostre temporanee - Genoma Umano. Quello che ci rende unici PROROGATA FINO AL 9 GIUGNO 2019
​​​​​​Perché le persone sono tutte diverse? Da dove provengono i talenti? Perché c’è chi invecchia in modo invidiabile e chi, purtroppo, no? Perché la vita ha un termine biologico e come possiamo prevenire le malattie?
Dal 24 febbraio 2018 al MUSE - Museo delle Scienze di Trento, la mostra “GENOMA UMANO. Quello che ci rende unici” affronta interrogativi che ci riguardano profondamente e sui quali, oggi, è focalizzato un settore importante e promettente della ricerca in campo biologico.

“Genoma umano” è quindi un vero e proprio viaggio tra le nuove sfide offerte dalla genomica - una scienza in continua evoluzione che non manca di suscitare interrogativi e dubbi anche sul piano etico - con un focus su opportunità e rischi originati dall’applicazione delle nuove conoscenze ad ambiti particolarmente sensibili, quali la salute.

Grazie a un percorso interattivo e immersivo - che può contare su numerosi supporti multimediali, exhibit, video, multi-proiezioni di grande impatto scenico e la mediazione dell’arte - la mostra affronta tre questioni fondamentali sul patrimonio genetico umano: quanto conta il DNA, quali altri fattori intervengono nella sua definizione (ad esempio ambiente e stili di vita), come e quanto possiamo intervenire per modificarlo.

Dal 5 marzo 2019 al MUSE shop è disponibile il catalogo della mostra a cura di Patrizia Famà, e Lucia Martinelli, con contributi di Adriana Albini, Anna Cereseto, Luciano Conti, Antonella Ferro, Mauro Giacca, Pietro Greco, Lorenzo Greppi, Giovanni Maria Guarrera, Claud Hesse, Alberto Inga, Giuseppe Macino, Aldo Scarpa, Marta Tomasi.  

Attività in programma per le classi:



Sono disponibili dei “pacchetti mostra” che prevedono la visita guidata associata ad una breve attività di laboratorio sul tema "Genoma Umano. Quello che ci rende unici": 
 
Mostre temporanee - Ghiacciai FINO AL 23 MARZO 2019
Il ghiacciaio è l'immagine più compiuta della nostra vita. Ci rappresenta in ciò che abbiamo di eterno e di effimero, di permanente e di mutevole.(Juremir Machado da Silva)

Masse di ghiaccio, riserve d'acqua dolce, attrazione turistica, laboratori scientifici a cielo aperto, termometri del riscaldamento medio globale, testimoni dell'impronta dell'uomo sull'ambiente. I ghiacciai sono tutto questo e molto di più. 

La mostra offre una fotografia dei ghiacciai che ricoprono il nostro pianeta da quattro prospettive: l'ambiente naturale glaciale e le dinamiche che lo mantengono in equilibrio; le attività scientifiche e i rilievi che permettono di quantificare lo stato di salute dei ghiacciai e di studiare i cambiamenti climatici degli ultimi secoli; le avventurose esplorazioni sui sentieri glaciologici; le vicende storiche e i miti legati ai luoghi più inospitali dell'ambiente montano.Il visitatore ha la possibilità di scoprire diverse realtà dell'attività glaciologica grazie a contenuti multimediali inseriti in strutture lignee, dalle linee essenziali e curiose. ​

Attività in programma:

 
Le proposte per il Nido


La scelta di valorizzare all'interno della programmazione educativa del MUSE le attività rivolte al nido e all'infanzia nasce dalla volontà di costruire una relazione forte con i bambini di età prescolare. L'intenzione è quella di creare, fin dai primi anni di vita, un legame tra i bambini e la scienza, declinata in chiave di scoperta, gioco e interazione.

Laboratori
Attività nelle sale
Visita autonoma
 
​​​​​​​​Speciale Primo Quadrimestre 

​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​Anche quest'anno le scuole hanno la possibilità di vivere gli spazi museali in maniera ottimale programmando le uscite di istruzione nel primo quadrimestre.
Da settembre 2018 a febbraio 2019, il museo propone infatti un ricco ventaglio di proposte esclusive: laboratori, visite guidate alle mostre temporanee, ma soprattutto eventi speciali per valorizzare alcune delle giornate internazionali previste in questo periodo e per raccontarle in maniera inedita al mondo scolastico.
Inoltre, solo fino a febbraio 2019, le classi che aderiscono alle iniziative educative possono fermarsi nelle sale espositive senza limiti di tempo e senza costi aggiuntivi!

European Biotech Week

Biotecnologie per i futuro della medicina

25, 26, 27 settembre 2018


Giornata internazionale sull'alimentazione

Cosa mangiamo veramente?

16 ottobre 2018

 

M'ammalia

Mammiferi in pillole

30 ottobre 2018

 

Settimana della robotica

Coding e intelligenza artificiale

13 – 17 novembre 2018

 

Museo amico

Giornata internazionale per i diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza

20 novembre 2018


Al MUSE si sta bene

Giornata internazionale delle persone con disabilità

3 dicembre 2018