Premio Cultura+Impresa 2018

Sezione Sponsorizzazioni e Partnership



Il progetto ORTI AL MUSE, nato dall'incontro tra Museo delle Scienze di Trento e RICOLA, è vincitore del Premio Cultura+Impresa nella sezione Sponsorizzazioni e Partnership.

“Siamo entusiasti di ricevere questo Premio, che testimonia l’impegno nel dialogo aperto e nell’ ascolto che il nostro Museo riserva agli interlocutori dell’imprenditoria locali e nazionali, considerati come partner a tutto tondo” afferma Michele Lanzinger dopo la conferma del Premio Cultura+Impresa 2017/2018. “Il MUSE si posiziona, ancora una volta dopo 5 anni dalla sua inaugurazione, ai vertici delle istituzioni culturali del Paese, in una funzione estremamente attuale e strategica, quella della raccolta fondi e della collaborazione con la società e con i soggetti privati.  Il MUSE è dunque un organismo che dà prova concreta di essere sostenibile nelle sue attività culturali e nei suoi obiettivi scientifici ed educativi.
Abbiamo trovato in RICOLA un interlocutore sensibile e disponibile, affine ai valori statutari di salvaguardia ambientale e sostenibilità propri del Museo, che ha saputo comprendere il valore di una partnership profonda, pluriennale e articolata”. 
 
“Un connubio perfetto quello tra Ricola e il MUSE, centro di riflessione sul rapporto tra natura e uomo” afferma Luca Morari, Amministratore Delegato di Divita srl, azienda che dal 2006 distribuisce la gamma di specialità Ricola in Italia. "L’impegno aziendale di Ricola ha trovato la sua espressione migliore all’interno di questa istituzione, esempio di eccellenza a livello nazionale, per le scienze, la biodiversità e la salvaguardia ambientale. La presenza dei nostri prodotti, a disposizione di tutti i visitatori, e le attività ludico culturali organizzate all’interno dell'istituzione completano la nostra partnership".
 

Grazie a questo progetto, il MUSE ha sottolineato il proprio desiderio di aprirsi in modo costruttivo e disponibile verso il tessuto imprenditoriale, non solo regionale ma nazionale e internazionale, mettendo a disposizione le proprie attività e competenze.
 
La collaborazione tra MUSE e RICOLA ha riguardato diverse attività, tra cui la realizzazione di un percorso dedicato alle 13 erbe officinali nel Giardino Botanico Alpino Viote del Monte Bondone, sede territoriale del Museo e uno dei giardini botanici più antichi delle Alpi; il Concorso "Progetta un Orto al MUSE" che ha visto la partecipazione di 25 classi e 600 studenti e la premiazione durante la Giornata della Biodiversità.
 
Il cuore del progetto è lo spazio allestito con gli "Orti al MUSE", realizzato e curato dalla Sezione Botanica e inserito nel network internazionale "Let it Grow", al cui interno sono state realizzate attività didattiche e formative rivolte a studenti e docenti.
 
L'apporto di RICOLA al MUSE non è stato soltanto di tipo economico, ma anche contenutistico e organizzativo e si è concretizzato nel fornire una serie di informazioni per il percorso sulle erbe officinali e per l'evento-premiazione "Curioso dialogo sulla biodiversità" con la partecipazione di Emanuele Biggi, nonché la fornitura di kit per gli orti scolastici destinati alle classi vincitrici del Concorso.
 
Il MUSE è uno tra le prime 15 istituzioni in Italia per n. visitatori e primo tra i musei di scienze (classifica di Il Giornale dell’Arte). Il suo percorso espositivo - dedicato a scienza, natura, biodiversità, innovazione e tecnologia - i numerosi progetti innovativi e le mostre temporanee che approfondiscono diverse tematiche sono in grado di attirare ogni anno circa 500.000 visitatori.
 
Le attività didattiche sono apprezzate da oltre 200.000 studenti e bambini, di oltre 10.000 classi. Il MUSE, con un bilancio di quasi 13 milioni di euro, sviluppa sul territorio un indotto di oltre 20 milioni ed è un'istituzione che si autofinanzia con fondi propri o privati per il 42%.
 
RICOLA, azienda storica e familiare è da sempre vicina alla natura rispettando l’ambiente attraverso una produzione sostenibile e territoriale dei suoi prodotti, caramelle e tisane a base di erbe provenienti da territori alpini svizzeri, ponendo sempre la massima attenzione alla qualità e all'origine.