Sky Islands - the film

Aggiornamenti sul progetto

Sky Islands rinvia la partenza
A causa di situazioni di insicurezza, l’esplorazione biologica  nelle foreste del Mozambico viene posticipata.
Il permanere delle condizioni di insicurezza nelle aree oggetto della missione costringono il team di Sky Islands a rinviare la spedizione, prevista per novembre e dicembre 2013.

La situazione sul territorio
Dopo vent’anni di pace, si sono riaccesi negli ultimi mesi, in vista delle elezioni locali del 20 novembre scorso, focolai di conflitto tra le forze governative e le opposizioni. In un primo momento gli scontri si sono verificati nel sud del paese, lontano dai luoghi della spedizione, ma successivamente, in vista delle elezioni, si sono estesi anche ad altre provincie del Centro e del Nord.
Dopo i primi incidenti, e in seguito a una serie di rapimenti di residenti stranieri nel Paese, le ambasciate europee hanno invitato i viaggiatori a non recarsi nel paese, per poi ritirare l’allarme in seguito alla ripresa del dialogo tra le opposte forze politiche e ad un generale miglioramento delle condizioni di sicurezza.

Di fronte a questa situazione, il team di Sky Islands ha costantemente monitorato la situazione e il primo passo è stato quello di rimandare la partenza, inizialmente fissata per il 17 novembre, al 28 novembre, una settimana dopo le elezioni, nella speranza che la situazione si risolvesse e le condizioni di sicurezza per i membri della spedizione fossero garantite.
Apparentemente, le elezioni del 20 novembre si sono svolte in un clima relativamente tranquillo e il team, incoraggiato da queste notizie, ha ultimato i preparativi per la partenza, spedendo gli ultimi materiali in loco e ritirando i visti in questi giorni.
I
n mancanza di una reale attendibilità delle notizie provenienti dal Mozambico, due membri del team – già in Tanzania per ultimare i preparativi in vista della partenza – hanno deciso di recarsi in Mozambico, nella città di Pemba, per incontrare il ricercatore mozambicano del team di Sky Islands e accertarsi delle reali condizioni di sicurezza per la spedizione.

Il quadro purtroppo è risultato incompatibile con la garanzia di condizioni di sicurezza minime per i membri della spedizione, almeno in questa fase.
Secondo le allerte fornite, delle bande armate, di criminalità comune e non legate allo scontro politico, sarebbero responsabili in questi giorni di numerosi attacchi ad autoveicoli e persone nelle aree di competenza della missione. Queste bande utilizzano come rifugio le principali foreste montane dove si sarebbero dovute svolgere le ricerche e sebbene al momento le autorità stiano tentando di fermare questi gruppi ed alcuni siano già stati catturati, non ci sono informazioni attendibili sui gruppi ancora in azione, né sulla loro consistenza, né sulla loro reale ubicazione.
La decisione del team di Sky Islands è purtroppo a questo punto inevitabile.
La missione di esplorazione deve essere rimandata.




Quando

Il team di ricerca ha la necessità di esplorare le foreste all’inizio della stagione delle piogge, che nel nord del Mozambico corrisponde indicativamente a novembre-dicembre. Questo perché anfibi e rettili (i gruppi animali su cui maggiormente si concentrano le ricerche), ma in generale tutta la fauna, si attivano in concomitanza delle piogge, quando tutta la foresta è nel pieno del suo ciclo vitale. Ciò significa che non è possibile al momento prevedere un rinvio entro l’anno, dal momento che non ci sono garanzie a breve termine sulla sicurezza nell’area di studio. La missione è dunque rinviata alla prossima stagione.


I fondi raccolti e gli sponsor

L’insieme dei fondi raccolti dal team che grazie supporto del pubblico hanno superato i 25.000$ e che sono stati in buona parte spesi per le attrezzature e la preparazione della spedizione, saranno rendicontati sul sito in maniera puntuale, le rimanenze saranno bloccate sul conto dell’Associazione “Amici di Sky Islands” che ha sostenuto e organizzato la campagna di raccolta fondi per tutto il team e l’Associazione rimarrà l’organo di garanzia e custodia delle attrezzature, materiali e fondi raccolti.
I premi per i sostenitori del progetto attraverso la campagna di crowdfunding sulla piattaforma Indiegogo, rimangono un impegno contratto con tutti i sottoscrittori che verrà onorato.

​ 
 

 
 
  • foto-3_620x305_slide
  • foto-4_620x305_slide
  • foto-5_620x305_slide
  • foto-7_620x305_slide
  • foto-6_620x305_slide
  • foto-8_620x305_slide
  • foto-2_620x305_slide
immagine precedente immagine successiva