Torno indietro e uccido il nonno

{Bookmark CONDIVIDI}
{Bookmark VOTA SOCIAL}
 
Dove va il tempo? E da dove viene? Di cosa è fatto? Finirà? Uno spettacolo teatrale che affronta in un modo umano, tenero, delicato ed emozionale alcune fra le domande più profonde di tutti i tempi. La storia di un uomo che invoca lo spirito del nonno per trovare conforto è il filo conduttore di un racconto sui principi fisici che governano il tempo e il suo divenire.

ll premio nobel Steven Weinberg scrisse "Più l'Universo sembra comprensibile e più sembra senza senso". Nulla di più vero quando pensiamo al Tempo. "Dove va il Tempo che passa?" è la domanda che Albert Einstein si pose quando, ragionando sul concetto di spazio-tempo, volle cercare una simmetria fra il moto spaziale e quello temporale.

Crediamo che questa domanda racchiuda in sé tutta la poesia e allo stesso tempo la profondità di un pensiero geniale che ha saputo generare così tante trasformazioni nel nostro modo di vivere e di percepire il mondo. "Dove va il tempo che passa?" non è quindi solo una domanda esistenziale e filosofica, ma è di fondamentale importanza per la scienza. I fisici proprio non sanno dove vada il tempo! E da dove viene! Di cosa è fatto? Finirà? Se il tempo è come lo spazio, allora possiamo viaggiare nel tempo? Con che paradossi ci confrontiamo? Che cosa è la Freccia del Tempo?

Torno indietro e uccido il nonno ha a che fare proprio con queste domande. Lo fa in un modo umano, tenero, delicato, emozionale. Lo spettacolo è la storia di un uomo anziano che capisce che ormai la sua vita è agli sgoccioli e cerca suo nonno per trovare conforto. Ma suo nonno è morto da tempo… Solo il suo spirito sopravvive.
E' un fantasma, un sogno, una visione.

Speciale visita Oltre il limite

Prima dello spettacolo ci sarà la possibilità di partecipare ad una speciale visita guidata alla mostra Oltre il limite per esplorare i temi dello spettacolo con Vincenzo Napolano, curatore della mostra e comunicatore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

E' consigliabile prenotare lo spettacolo. Visita guidata su prenotazione
Prenotazione allo 0461/270311 entro le 12.00 del 8/04/2015

Compagnia Arditodesìo
Con Roberto Abbiati e Andrea Brunello
Regia di Leonardo Capuano
Testo Andrea Brunello con la collaborazione di Roberto Abbiati e Leonardo Capuano.
Scene di Roberto Abbiati.
Costumi Patrizia Caggiati.
Luci Marianna Tozzo 
 
 
Condividi
 
 
 
Evento
Dove
Quando
8 aprile 2015
Orari
21.00
Per chi
Tutti
Biglietto
Spettacolo: 12,00 euro
Spettacolo + ingresso al MUSE: 18.00 euro