World vibes

Identità sonore

{Bookmark CONDIVIDI}
{Bookmark VOTA SOCIAL}
 
Alla ricerca di fresche e stimolanti vibrazioni sonore e con l’intento di cogliere le trasformazioni più avvincenti della cultura musicale contemporanea, Società Filarmonica di Trento e MUSE, propongono un itinerario sonoro dedicato al folk, alle tradizioni, alla world music, facendo della creatività il presupposto fondamentale per un vivace dialogo tra i generi musicali.

Gli incontri si inseriscono nel programma estivo Summertime.

Evento gratuito su prenotazione. In caso di maltempo gli appuntamenti sono spostati in sala conferenze.

ATTENZIONE!
Si ricorda che dal 6 agosto 2021, l’ingresso alle sale espositive e la partecipazione agli eventi saranno consentiti solo agli utenti muniti di Certificazione Verde Covid-19 (Green Pass) in corso di validità contestualmente all'esibizione di un documento di identità. Sono esentati i bambini al di sotto dei 12 anni e coloro che per comprovati motivi di salute, sulla base di idonea certificazione medica, non possono vaccinarsi.  


PROGRAMMA

3 agosto
“Amoreamaro”, voci dal Salento 
*SPOSTATO ALL'INTERNO CON NUMERO RIDOTTO DI PARTECIPANTI*
Maria Mazzotta, voce e percussioni Vince Abbracciante, fisarmonica
“Amoreamaro” è un’intensa e appassionata riflessione, dal punto di vista femminile, sui vari volti dell'amore: da quello grande, disperato e tenerissimo a quello malato, possessivo e abusato. Dieci brani che attraversano senza timore tutte le emozioni che questo sentimento può suscitare, trovando nel canto, come da tradizione popolare, la catarsi, la consolazione, la forza e la “cura”. 

10 agosto
Acustico d’Autore, incontro di chitarre tra generazioni  
Beppe Gambetta, chitarre, voce Francesco Mosna, chitarre, voce
Acustico d'Autore è un progetto aperto di Beppe Gambetta che, dopo una vita artistica in giro per il mondo, vuole esplorare il territorio e le eccellenze italiane. La speciale serata di Trento, fa incontrare un maestro riconosciuto della chitarra acustica – che ha perlustrato le tradizioni e le tecniche del folk nordamericano e della musica popolare italiana – con un talento trentino emergente, Francesco Mosna, appassionato delle tecniche finger style e flat picking che ha già dimostrato, non solo a livello locale, le sue qualità con gli strumenti a corda (chitarra acustica, slide, dobro, mandolino), entrando tra l’altro a far parte stabilmente dei Bluegrass Stuff, la più nota band bluegrass italiana. Un incontro tra due generazioni di musicisti e mantiene la forma consueta del racconto e del diario di viaggio che tocca partenze, ritorni, luoghi, il vissuto, gli insegnamenti dei padri, amore, malinconia e tanto altro.

17 agosto
Il neo folk fiammingo del terzo Millennio 
Fabio Di Meo, sassofono baritono
Jeroen Goegebuer, violino, mandolino, banjo
Pieterjan Van Kerckhoven, cornamusa, sassofono, pianoforte
Bert Ruymbeek, fisarmonica
Jonas Scheys, chitarra, contrabbasso
WÖR (lett: 'erano') è una band di cinque musicisti la cui curiosità, unita a passione e talento, ha portato a riscoprire melodie antiche da forgiare in straordinari arrangiamenti contemporanei. Con questo approccio raffinato e coinvolgente i WÖR iniettano nuova energia in un repertorio che risale al XVIII secolo e che appartiene alla tradizione della regione belga delle Fiandre. Rivivono così - di una nuova ed insperata luce moderna - i manoscritti di tanto tempo fa per testimoniare che la memoria è vitale e fruttuosa. Un groove contagioso e potente, quello dei WÖR, costruito da una chitarra solida e incalzante, dalle pulsazioni graffianti del sax baritono, dai tappeti armonici e dai riff della fisarmonica, dalle mille voci del violino e dal colore antico e suadente delle cornamuse fiamminghe e francesi a condurre le melodie.


Nelle sedi territoriali MUSE:

7 agosto al Museo delle Palafitte del Lago di Ledro (prenotazioni in loco)

8 agosto alla Terrazza delle Stelle, Viote di Monte Bondone (prenotazione online)

25 agosto a Bellamonte, Val di Fiemme (prenotazioni 0462500366)

Viaggio nel virtuosismo musicale italiano e dintorni
Saverio Gabrielli, violino e Lorenzo Bernardi, chitarra
Il sodalizio artistico tra Saverio Gabrielli e Lorenzo Bernardi nasce con l’obiettivo di mettere a frutto la formazione accademica e l’esperienza concertistica maturata in questi anni dai due giovani talenti trentini. Nel programma che verrà proposto accanto ai brani tratti dal loro nuovo album “Due Italiani a Vienna” (DaVinci Classic) incentrato sulle figure di Nicolò Paganini e Mauro Giuliani, una digressione verso il gusto popolare con l’inserimento di melodie d’Opera, composizioni di Ennio Morricone e un omaggio al padre del nuovo tango argentino, Astor Piazzolla, di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita.
 
 
Condividi
 
 
 
Evento
Dove
Muse
Giardino Botanico Alpino Viote
Museo delle Palafitte del Lago di Ledro
Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo
Quando
3, 7, 8, 10, 17, 25 agosto 2021
Orari
Alle 21.30
Per chi
Tutti
Biglietto
Gratuito su prenotazione