MusicaMUSE. La biblioteca del diavolo

David Riondino al MUSE

{Bookmark CONDIVIDI}
{Bookmark VOTA SOCIAL}
 
L’ Associazione J.Futura incontra il nuovo Muse con tre spettacoli multimediali che intendono avvicinare la musica e la parola alla visione.
 
"In Video Veritas" vuole scherzosamente evocare quel quotidiano fluire di immagini che purtroppo tende a saturare la memoria e cancellare la nostra immaginazione, proponendosi invece di amplificare il messaggio musicale mediante uno sfondo visivo lieve e poetico.
La Biblioteca del Diavolo è uno spettacolo composito che, utilizzando in modo libero il testi "sacrilego" scritto all'inizio del Novecento da Oskar Panizza, si nutre di letture procedenti dal tema dell'Idillio alla dissoluzione erotica (con un contributo di appropriate ricette culinarie), intrecciadosi a una rabesco visivo e a una colonna sonora originale che tratteggia, separa e sottolinea i brani recitati.

***

Il filo rosso che collega e risolve questa diabolica antologia è una sintesi spregiudicata del Concilio d’amore (Tragedia celeste in 5 atti) scritto dal bavarese Oskar Panizza nel 1894.

Si tratta di un testo fortemente satirico con una triplice ambientazione: un Paradiso molto terreno, con un’ impronta caricaturale delle somme cariche celesti incapaci di arginare l’indifferenza umana verso la religione ; un Papato, quello dei Borgia, dedito alla lussuria più sfrenata e libertina, ed un Inferno rappresentato da un diavolo chiamato dai suoi “Superiori “ a risolvere questa intollerabile situazione mediante la creazione di un filtro velenoso (la sifilide), trasmesso da una donna peccatrice (Salome), in grado di portare gli uomini sulla retta via ed alla fede.

Ovviamente il testo, cui oggi viene ampiamente riconosciuta la qualità letteraria, fu all’epoca considerato sacrilego e lo scrittore, amico di Bierbaum e Wedekind, condannato ad un anno di carcere.

Nell’ambito dello spettacolo viene utilizzata la parte finale del “Concilio” che ispira ed avvolge una breve antologia di brani: dalle atmosfere più idilliche fino alla dissoluzione amorosa utilizzando scritti di Maupassant ( Idillio) , di Schwob ( la Merlettaia e la Perversa) di Cvetaeva (Phoenix-Casanova) di Wilde (Salome) e Pessoa ( Il libro dell’Inquietudine).

In questo fatidica impresa il diavolo/lettore si presenta anche in veste di cuoco, intento a predisporre una serie di stravaganti “ricette” in grado di alimentare anche la dimensione erotica dello spettacolo (ricette di Boito, Marinetti, Gadda e Vazquez Montalbàn).

Le musiche originali, composte da Isabella Turso e Maurizio Dini Ciacci ed eseguite da Isabella Turso al pianoforte e Glauco Bertagnin al violino, tratteggiano, separano e sottolineano le letture, mentre le suggestioni visive di Silvio Cattani e le elaborazioni testuali di Giuseppe Calliari contribuiscono a definire l’atmosfera di uno spettacolo che si basa sulla recitazione del poliedrico artista David Riondino.

Le musiche dello spettacolo fanno parte del cd All Light” di Isabella Turso, nella versione per pianoforte solo, in uscita nei prossimi giorni e distribuito in Italia e all’estero dall’etichetta Wide Sound Jazz.

 
 
Condividi
 
 
 
Evento musicale
Dove
Quando
18 novembre 2013
Orari
20.45
Per chi
Tutti
Biglietto
10,00 euro