Incontri al museo per parlare di fauna - febbraio

{Bookmark CONDIVIDI}
{Bookmark VOTA SOCIAL}
 
Ritorna mercoledì 3 febbraio, alle 20.45, il nuovo appuntamento con gli Incontri al museo per parlare di fauna, occasione che, con cadenza mensile, permette di avvicinarsi con prospettive sempre nuove alle ricerche e agli studi sulla fauna, alla biodiversità animale e vegetale, alla conoscenza e conservazione della natura.
Questo mese di parla di approccio genetico nella gestione e nello studio della fauna con Ettore Randi, del laboratorio di genetica e conservazione della biodiversità dell'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) di Ozzano dell'Emilia – Bologna.

La continua distruzione degli habitat naturali, l'estinzione delle specie, le conseguenze negative dei cambiamenti climatici sulla flora e sulla fauna richiedono interventi innovativi per la conservazione della biodiversità. La genetica della conservazione mette a disposizione sofisticate metodologie di analisi della diversità genetica per lo studio e la conservazione della flora e fauna, con particolare attenzione alla tutela delle specie minacciate e all'uso sostenibile delle risorse biologiche.
 
Comprendere meglio le conseguenze che i cambiamenti ecologici e climatici hanno sul patrimonio genetico delle popolazioni naturali permette di attivare una efficace pianificazione delle attività di conservazione e uso sostenibile di specie e popolazioni. La genetica della conservazione consente di scoprire nuove specie, fornisce strumenti innovativi per il censimento e il monitoraggio di popolazioni elusive, contribuisce all'identificazione rapida di specie aliene invasive. I metodi di identificazione genetica di specie e individui forniscono inoltre informazioni essenziali per il traffico illegale di animali e piante.  

Durante la conferenza verranno presentati anche degli esempi di utilizzo della genetica per il contrasto del bracconaggio degli elefanti africani e del traffico di avorio, per l'identificazione del prelievo illegale di specie protette di balene, per il controllo della riproduzione in cattività di specie protette dalla CITES, per il monitoraggio delle popolazioni italiane di orso bruno ed altri carnivori e per l'identificazione di ibridi fra lupi e cani randagi, fra gatti selvatici e gatti domestici vaganti.
L'ingresso è gratuito.


I prossimi appuntamenti degli Incontri al museo per parlare di fauna:

3 febbraio 2016, ore 20.45
L'approccio genetico nella gestione e nello studio della fauna
Ettore Randi – ISPRA, Ozzano dell'Emilia (BO) 

9 marzo 2016, ore 20.45
Grandi Carnivori in Trentino: status e aggiornamenti sulla ricerca e gestione – Presentazione Rapporto Orso 2015
Claudio Groff - Servizio Foreste e fauna & MUSE 

6 aprile 2016, ore 20.45
Ghost of the mountains: la spedizione scientifica del MUSE alla ricerca del leopardo delle nevi nei Monti Altai della Mongolia
Francesco Rovero - MUSE, Sezione Biodiversità tropicale 

11 maggio 2016, ore 20.45
Il ritorno del gatto dei boschi
Luca Lapini - Museo Friulano di Storia Naturale, Udine 

8 giugno 2016, ore 20.45
Effetti del cambiamento climatico su avifauna e habitat in Europa: siamo tutti spacciati?
Mattia Brambilla e Davide Scridel - MUSE, Sezione Zoologia dei Vertebrati - Università di Pavia - Fondazione Lombardia per l'Ambiente 

 
 
Condividi
 
 
 
Conferenza
Dove
Quando
mercoledì 3 febbraio 2016
Orari
ore 20.45
Per chi
Tutti
Biglietto
Ingresso libero