Biodiversità come motore dello sviluppo rurale

{Bookmark CONDIVIDI}
{Bookmark VOTA SOCIAL}
 
Il tema della biodiversità come motore di sviluppo rurale è al centro del convegno organizzato al MUSE per il prossimo sabato 15 novembre, dalle 8.30 alle 14.00.
Un momento di discussione che accosta esperienze di utilizzo sostenibile delle risorse naturali in Tanzania, Vietnam e Trentino.


Il confronto offrirà degli spunti di riflessione su come la biodiversità possa favorire lo sviluppo rurale, attraverso l'uso sostenibile delle risorse naturali da parte delle comunità locali, in particolare nelle aree protette. Quattro i punti di vista adottati che si integrano tra di loro: le caratteristiche degli Ecosistemi, le forme di gestione, la partecipazione e le figure professionali per lo sviluppo locale. Al termine del Convegno, i partecipanti potranno visitare gratuitamente la serra tropicale per comprendere il valore delle foreste come luoghi di biodiversità.

Le realtà coinvolte
In Tanzania, il MUSE e l'Associazione Mazingira conducono un programma integrato di monitoraggio ambientale e cooperazione allo sviluppo in ambito ambientale, per  difendere la foresta e i suoi servizi eco-sistemici favorendo al contempo lo sviluppo socio-economico delle popolazioni locali e il miglioramento delle loro condizioni di vita.
Al programma collabora anche NADIR onlus, capofila di un progetto per la realizzazione di un centro di interpretazione ambientale per i visitatori e le comunità locali nel Parco Nazionale dei Monti Udzungwa. In Vietnam, si trova la Riserva Naturale Tay Yen Tu, dove GTV lavora conn le comunità locali per aumentare la qualità di vita delle persone, facendo leva anche sulle risorse naturali offerte della foresta.
Per il Trentino verranno riportate le esperienze pilota, realizzate in collaborazione con la rete degli Ecomusei del Trentino, per sviluppare sinergie fra il settore agricolo e turistico nel settore delle piante officinali coltivate e spontanee.

Il programma

ore 8:30 - Registrazione dei partecipanti

ore 8:4
5 - Apertura dei lavori a cura del Direttore del Muse

ore 8:55 - Saluti dell'Assessora alla Solidarietà Internazionale e del Presidente dell'Ordine degli Agronomi e Forestali

ore 9:05 - Un Approccio alla Biodiversità come motore dello Sviluppo Rurale, Luca Bronzini

ore 9:25 - Le caratteristiche dell'Ecosistema e le forme organizzative per la tutela e la valorizzazione della biodiversità nel Parco Nazionale dei Monti Udzungwa in Tanzania, (Francesco Rovero) nella Riserva Naturale Tay Yen Tu in Vietnam (Dario Cesarini), nelle aree protette del Trentino (Antonella Agostini).

ore 10:10 - Sintesi

ore 10:20 - Herbal Tea Break a cura di TrentinErbe durante il quale ci sarà la possibilità di visionare i poster** di altre esperienze di progetti di Solidarietà Internazionale

ore 10:50 - La partecipazione della comunità locali e le nuove professioni per lo sviluppo locale l'esperienza nelle comunità limitrofe al Parco Nazionale dei Monti Udzungwa in Tanzania, Silvia Ricci, l'esperienza nelle comunità che vivono nella Riserva Naturale Tay Yen Tu in Vietnam, Onorio Clauser, l'esperienza nel territorio trentino, Federico Bigaran.

ore 11:40 - Sintesi

ore 11:50 - Altre esperienze a confronto - "Mille orti per l'Africa", Sergio Valentini ed "Orti in Quota", Fabrizio Scartezzini

ore 12:10 - Sintesi ed interventi

ore 12:45 - Chiusura dei lavori e visita alla Foresta Tropicale del MUSE

Modera: Jenny Capuano


Il convegno è reso possibile grazie al contributo della Provincia autonoma di Trento – Servizio Emigrazione e Solidarietà Internazionale ed è organizzato da GTV Onlus, Mazingira Onlus, NADIR Onlus, l'Ufficio per le produzioni biologiche della Provincia Autonoma di Trento, Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale, Muse-Museo delle Scienze.​
 
 
Condividi
 
 
 
Convegno
Dove
Quando
15 novembre 2014
Orari
ore 8.30 - ore 14.00
Per chi
Tutti
Biglietto
ingresso libero