Da non perdere

​​​​

 
 
Mostre temporanee - Genoma Umano. Quello che ci rende unici


Perché le persone sono tutte diverse? Da dove provengono i talenti? Perché c’è chi invecchia in modo invidiabile e chi, purtroppo, no? Perché la vita ha un termine biologico e come possiamo prevenire le malattie?
Dal 24 febbraio 2018 al MUSE - Museo delle Scienze di Trento, la mostra “GENOMA UMANO. Quello che ci rende unici” affronta interrogativi che ci riguardano profondamente e sui quali, oggi, è focalizzato un settore importante e promettente della ricerca in campo biologico.

“Genoma umano” è quindi un vero e proprio viaggio tra le nuove sfide offerte dalla genomica - una scienza in continua evoluzione che non manca di suscitare interrogativi e dubbi anche sul piano etico - con un focus su opportunità e rischi originati dall’applicazione delle nuove conoscenze ad ambiti particolarmente sensibili, quali la salute.

Grazie a un percorso interattivo e immersivo - che può contare su numerosi supporti multimediali, exhibit, video, multi-proiezioni di grande impatto scenico e la mediazione dell’arte - la mostra affronta tre questioni fondamentali sul patrimonio genetico umano: quanto conta il DNA, quali altri fattori intervengono nella sua definizione (ad esempio ambiente e stili di vita), come e quanto possiamo intervenire per modificarlo.

 
Summer School “UNESCO: Educazione alla vivibilità”

SUMMER SCHOOL DOCENTI

UNESCO: EDUCAZIONE ALLA VIVIBILITÀ -  III edizione

Ghiacciai, cultura e territorio: un laboratorio nelle Dolomiti.

 

MUSE - Museo delle Scienze di Trento in collaborazione con tsm|step - Scuola per il governo del territorio e del paesaggio, Fondazione Dolomiti UNESCO, Servizio Bacini Montani P.A.T., Comune di Predazzo, Istitut Cultural Ladin "Majon Di Fascegn"

Museo Geologico delle Dolomiti - Predazzo- Val di Fiemme

27- 28 - 29 agosto 2018

 



Le Dolomiti, riconosciute dall'UNESCO nel 2009 Patrimonio dell'Umanità, sono la cornice entro la quale la terza edizione della Summer School "UNESCO: Educazione alla vivibilità" propone un'immersione formativa, che si presta a trattare macrotemi fortemente interconnessi fra loro e attorno ai quali ruotano esperienze di apprendimento sia indoor che outdoor.

Il focus tematico è incentrato sui ghiacciai e sulla governance del territorio, con l'obiettivo di approfondire specifici contenuti disciplinari e, in contemporanea, affrontare temi cruciali per l'educazione, quali il cambiamento e l'assunzione di responsabilità e di nuovi comportamenti per una rinnovata cultura della vivibilità.

L'approccio è basato sul principio dell'"imparare facendo" e sulla condivisione dei saperi e delle narrazioni, in modo che ogni docente corsista, alla fine del percorso formativo, abbia a disposizione non solo contenuti scientifici aggiornati, ma anche la definizione di un metodo didattico spendibile nella propria esperienza professionale.

La Summer School è dedicata a docenti di Scuola Primaria e Secondaria di I e II grado e prevede 23 ore di aggiornamento totali, come specificato nel programma.

Il Corso è a numero chiuso e prevede una quota di iscrizione.



 
Il paesaggio multilingue tra natura e cultura
1, 2, 3 agosto 2018
 
Dalla collaborazione con il Dipartimento Educazione e Cultura Ladina della Provincia Autonoma di Bolzano e il Museum Gherdëina nasce "Il paesaggio multilingue tra natura e cultura".
Il corso di formazione di 18 ore, dedicato ai docenti della Scuola Primaria, è residenziale e si svolge nella splendida località dolomitica di Ortisei nei giorni 1, 2, 3 agosto 2018.



Il paesaggio è il luogo della complessità. Il luogo dove viviamo, nel quale natura, storia e cultura si incontrano. Il corso residenziale plurilingue propone l'approfondimento dei saperi che aiutano a comprendere il pae­saggio attraverso la preistoria e l'evoluzione umana, la geologia e la geografia fisica, l'in­contro di culture e di lingue. Il corso si ter­rà nel cuore delle Dolomiti, dove gli intrecci dell'evoluzione del paesaggio si toccano con mano. Attraverso seminari, laboratori e visite guidate si affronteranno in modo in­terdisciplinare e pratico i temi, sviluppando proposte di attività d'insegnamento inclusi­ve e coinvolgenti.  

La formazione è gratuita. A carico del docente rimangono le spese di viaggio, vitto, alloggio e dell'impianto di risalita (vedi scheda di iscrizione).
​Per maggiori informazioni: http://www.pedagogich.it/index_it.html
 
Attenzione: termine di iscrizione 15 maggio 2018.
 
Attività per il Nido e l’Infanzia


Il MUSE propone numerose attività al target specifico di Nido e Scuola dell’Infanzia con l’obiettivo di insegnare ai piccolissimi, attraverso un’esperienza coinvolgente, il metodo scientifico ancor prima dell’alfabeto.
I bambini in prima persona possono sperimentare attraverso i sensi, aprendosi a esperienze di stupore, scoperta e conoscenza.
 
Speciale Lunedì
 
Anche quest’anno il MUSE dedica un lunedì al mese ai piccolissimi, con l’obiettivo di facilitare la visita in un ambiente totalmente a misura di bambino e bambina.
 
Le sale e le aree del Museo, saranno infatti riservate e a disposizione unicamente di Nidi e Scuole dell’Infanzia, senza la presenza di classi di altro grado, né di pubblico: un’esperienza ancor più coinvolgente, grazie a un ambiente stimolante e innovativo ma allo stesso tempo sereno e protetto, in cui sarà possibile confrontarsi con scienza, ambiente e creatività, manipolazione ed esperimenti. 
 
Questi i lunedì dedicati nel corso del 2018:
15 gennaio 2018
19 febbraio 2018
12 marzo 2018
16 aprile 2018
14 maggio 2018
11 giugno 2018
 

 
 
Le proposte per il Nido


La scelta di valorizzare all'interno della programmazione educativa del MUSE le attività rivolte al nido e all'infanzia nasce dalla volontà di costruire una relazione forte con i bambini di età prescolare. L'intenzione è quella di creare, fin dai primi anni di vita, un legame tra i bambini e la scienza, declinata in chiave di scoperta, gioco e interazione.

Laboratori
Attività nelle sale
Visita autonoma