Azioni sul territorio



Le ricerche svolte dalla Sezione sono un valido supporto a diversi Servizi della Provincia Autonoma di Trento (es. Servizio geologico, Ufficio previsioni e organizzazione, Soprintendenza per i beni architettonici, Ufficio per la Pianificazione Urbanistica e il Paesaggio) e a tutti gli Enti che, a vario titolo, si occupano di piani di gestione, tutela e valorizzazione del patrimonio naturalistico provinciale. Ciò si traduce in richieste di consulenza scientifica e progettuale da parte di soggetti terzi per l’individuazione delle emergenze naturalistiche locali e la pianificazione delle possibili azioni di fruizione e salvaguardia delle medesime, quali l’allestimento di centri visite e di percorsi tematici, l’ideazione di nuovi format di comunicazione e mediazione culturale delle tematiche naturalistiche e storico-ambientali rivolti alle diverse categorie di utenti/fruitori. Il ruolo significativo attribuito al MUSE nell’ambito della Rete del patrimonio geologico della Fondazione Dolomiti UNESCO vede la sezione impegnata nelle azioni di documentazione e veicolazione della conoscenza in ambito dolomitico.

 

Dolomiti - montagne e paesaggi: da teatro di guerra a simbolo universale

Fanno parte di questo lotto i progetti di studio “Dolomiti - montagne e paesaggi: da teatro di guerra a simbolo universale” un progetto di studio biennale (2013-2015) che diventerà mostra itinerante, conferenze, pubblicazioni, proposte educative per scuole e famiglie, che guideranno alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra ideato e coordinato da MUSE e Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto e il Progetto di studio legato alla ricostruzione degli eventi biologici tra Permiano e Triassico nelle Dolomiti (Progetto DOLOP/T) in collaborazione con il Museo di scienze naturali dell’Alto Adige.

 

Memorie dal Sottosuolo

Il progetto “Memorie dal Sottosuolo” si propone di documentare e divulgare il passato minerario del Trentino, attivando una rete di collaborazioni fra gli enti che si occupano a vario titolo di storia mineraria e di ricerca mineralogica .



Ghiacciai di una volta

L’ambiente di alta quota è oggetto del progetto nazionale “Ghiacciai di una volta” condotto in collaborazione con il CAI. Tale progetto di ricerca, tende, attraverso confronti fotografici e documentali all’ottenimento di dati quali/quantitativi sul glacialismo e le modificazioni del paesaggio alpino.

La consapevolezza che l’attuale sistema di produzione e consumo sta seriamente degradando e stressando i sistemi naturali ha portato la sezione a un cambiamento di approccio critico nella descrizione del paesaggio alpino.  Lo studio integrato della regione montana sta portando progressivamente alla ricostruzione di un ecomosaico nel quale la componente geologica, morfologica, ecologica non sono separate dall’indagine storica, sociale ed economica del territorio, apportando significativi contributi nella comprensione delle dinamiche che stanno alla base della trasformazione dello spazio alpino. L’interrelazione di letture multidisciplinari differenti del complesso palinsesto diacronico territoriale è resa possibile dalla stretta collaborazione in progetti di studio con enti di ricerca e archivi storici (es. Università degli Studi di Trento, Archivio di Stato di Trento, Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto).