Rane Nere nel blu

Breve storia di subacquea, associazionismo, esplorazione

{Bookmark CONDIVIDI}
{Bookmark VOTA SOCIAL}
 
 
http://cms.muse.it/it/Esplora/mostre-temporanee/Archivio/PublishingImages/ranenere_440x216.jpg
Dall'8 aprile al 2 luglio 2017 una mostra rievoca le figure degli uomini-rana, palombari e subacquei di professione, sommozzatori sportivi e apneisti, ripercorrendo le pietre miliari dell'attività subacquea e dello sviluppo di tecnologie per l'immersione.
Un percorso che segue l'evoluzione tecnica e culturale della subacquea accanto ai percorsi professionali o sportivi che a partire dal 1967 si sono intrecciati con il Club subacqueo Rane Nere, quest'anno al cinquantennale della sua fondazione.


Le sezioni della mostra

Una prima sezione 
mette a fuoco l'evoluzione delle tecniche e degli strumenti per le immersioni a partire dai primi del 1800.
Negli anni' 50 del secolo scorso, lo sviluppo di attrezzature particolari come gli erogatori e la muta umida segna la svolta nella pratica della subacquea a scopo ricreativo. Fioriscono centri di immersione sportiva in tutto il mondo.
Negli anni '80 prende piede anche la subacquea di tipo tecnico. Oltre all'attrezzatura del palombaro, trova spazio l'attrezzatura completa di moderni subacquei, sia ricreativi che tecnici.

Tra le antiche attrezzature, ancora oggi indispensabili, trovano spazio i sistemi di respirazione che funzionano attraverso circuiti sia chiusi che aperti, in cui l'aria o la miscela espirata viene rilasciata in acqua con produzione di bolle. Pezzo di pregio, un respiratore d'assalto usato dalle marine militari del blocco occidentale negli anni successivi alla guerra fredda. Infine, tra gli strumenti che hanno fatto la storia dello sviluppo tecnologico in ambito subacqueo troviamo il decompressimetro, i computer da polso, profondimentri e bussole. E per tutti gli appassionati di fotografia è presente una serie di macchine e custodie fotosub.
 

La seconda sezione è dedicata alla storia e l'organizzazione del club Subacqueo Rane Nere che si è distinta sia per le abilità sportive di alcuni soci e primati in ambito apneistico (Squadra di Apnea del Club) e per l'intraprendenza di alcuni soci che ha dato vita a diverse attività lavorative.

Una speciale sezione racconta l'importanza della subacquea per le simulazioni spaziali, testimoniata da immagini dell'addestramento subacqueo di Samantha Cristoforetti, brevettata dal Club nel 1995. 

Il club Rane Nere ASD
Nasce a Trento nel 1967 come prima associazione a livello regionale di attività sportiva subacquea. Negli anni, il club gioca un ruolo importante come scuola di immersione. Dalla passione di alcuni soci nascono realtà come Impresub Diving and Marine Contractor, azienda operante in tutto il mondo e nata nello stesso anno di fondazione del club, da un'idea del fondatore delle "Rane Nere" Gianni Coradello, e del Nucleo Sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Trento. Nel 2000 nasce la sezione di apnea, grazie all'idea sviluppata dai soci Michele Tomasi e Simone Graffer. La squadra agonistica vincerà negli anni numerose gare e record in Italia e a livello internazionale. Oggi l'asd Rane Nere conta circa cento soci e rimane il primo club Trentino conosciuto a livello nazionale per aver portato l'attività sportiva dal mare alla montag


Inaugurazione: sabato 8 aprile 2017, ore 17.30
 
Rane Nere nel blu
Breve storia di subacquea, associazionismo, esplorazione
8 aprile - 2 luglio 2017

Enti promotori e finanziatori
MUSE, club Rane Nere asd, Fipsas

Direzione e Progetto
Michele Lanzinger 

Coordinamento generale
Patrizia Famà 

Coordinamento allestimenti
Alessandra Tomasi

Curatela scientifica
Francesca Pedroni, Marina Varani, Sara Messina (club Rane Nere Sub Trento asd) con la collaborazione di Luigi Fabbri, Vincenzo Cardella (HDS, Italia) 

Curatela testi
Andrea Bertelli, Andrea Centi, Chiara Ghidini, Sara Messina, Erica Nocerino, Francesca Pedroni, Elena Sacchetti, Michele Tomasi, Barbara Tomasi, Marina Varani, Simone Zanella (club Rane Nere asd) Gianni Giovannini (Impresub Diving and Marine Contractor) Ilenia Lazzeri, Lorenzo Pegoretti (Corpo Permanente Vigili del Fuoco di Trento- Nucleo Sommozzatori), Patrizia Famà e Lucia Martinelli (MUSE).

Grafica allestimenti e comunicazione
Alessio Periotto - DesignFabrik

Editing video e colonne sonore
Davide Dalpiaz

Comunicazione e web
Serena Morelli, Elisa Tessaro, Chiara Veronesi, Monika Vettori

Corporate membership e fundraising
Niccolò Contrino, Anna Redaelli 

Amministrazione
Anna Daprà, Massimo Eder, Viviana Era, Milena Aramini - Muse

Realizzazione allestimento
Ciora, La Fotolito Patiflex, Project srl, Servizio Sostegno Occupazionale e Valorizzazione Ambientale P.A.T., Zanettin 

Traduzioni
Studio de Novo 

Assicurazioni
Andrea Dal Pra' Assicurazioni - Axa Art

Prestatori
Ambiente Acqua S.a.S., Andrea Bertelli, Michal Biskup, Blue Edge s.r.l., Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Trento - Nucleo Sommozzatori, ESA - European Space Agency, Luigi Fabbri, FIPSAS, Impresub Diving and Marine Contractor, Istituto Luce - Cinecittà s.r.l., Kalindi Wijsmuller, Marina Militare, Giorgio Martini, Sara Messina, MAS Museo Nazionale delle Attività Subacquee di Historical Diving Society Italia, NASA - National Aeronautics and Space Administration, Sergio Pedroni, Renato Santi, Gianpaolo Scarpa, Paolo Scotti, Michele Tomasi

Ringraziamenti
Giovanni Agostini, Enrico Betti, Lorena Celva, Cooperativa Facchini Verdi, Giovambattista Coradello, Samantha Cristoforetti, Guido Ferluga, Alessandro Fronchetti, Gianni Giovannini, Andrea Marconi, Franco Modena, Osvaldo Negra, Pierpaolo Niccolini, Francesco Papi, Progetto92, Andrea Puddu, Fabio Pupin, Giuliano Sartori, Mariano Tava, Marco Valenti, Gianluca Valle. Main SponsorLogo As Do Mar

Special sponsor
As do Mar

Sponsor tecnico
Aqualung
 
Condividi
 
 
 
Mostra
Dove
Quando
orari apertura MUSE
Orari
Orari di apertura del museo
Per chi
Tutti
Biglietto
Compreso nel biglietto d'ingresso