Maurizio Boscheri - BioDiversitArt

{Bookmark CONDIVIDI}
{Bookmark VOTA SOCIAL}
 
 
  • 19_Predators_440x216
  • 35_Peacock_440x216
  • 38-Jaguars_cub_440x216
  • queens-of-South-Africa_440x216
immagine precedente immagine successiva

Con la mostra BioDiversitArt, dell'artista Maurizio Boscheri, il MUSE aggiunge un tassello importante al percorso di approfondimento del rapporto tra scienza e arte.
Al
la visione dei dipinti si accompagna a spunti di approfondimento scientifico per aprire considerazioni sul tema della  conservazione e attenzione alla varietà degli esseri viventi.

L'esposizione rappresenta un approccio insolito per conoscere la vita animale e la biodiversità su un orizzonte planetario. Fra le tavole esposte sarà possibile ammirare animali tipici delle foreste del Bhutan, i lemuri del Madagascar, giaguari e uccelli del Paradiso, i colorati turachi africani, il gigantesco cobra reale, e la foresta pluviale primeva di Sinharaja in Sri Lanka, un luogo antichissimo, intatto e ricco di specie endemiche. Ma anche i nostri galli forcelli delle montagne, i martin pescatori, i lupi grigi che stanno tornando a popolare le nostre montagne, nonché un'alba sulle Alpi con cervi maestosi al pascolo sui prati. 

La varietà di morfologie, le forme complesse e affascinanti della natura, le colorazioni appariscenti, elaborate o straordinariamente mimetiche che si riscontrano tra i viventi di ogni angolo del globo, sono fonte inesauribile di stupore e ammirazione.
La nuova esposizione di Maurizio Boscheri al MUSE di Trento – spiega la critica Giorgia Cassini - riproduce le preziosità, i fenomeni e le infinite curiosità di quel tesoro che è la natura. Creativo, espressivo, ricercatamente elegante, Boscheri raggiunge una grande finezza d'esecuzione in dipinti di straordinaria suggestione, i cui temi iconografici rivelano un'ispirazione esotica connessa al gusto orientaleggiante.

Tra le tele presenti, l'opera "Sengi rainforest" è un omaggio ai biologi ricercatori del MUSE per la scoperta di una nuova particolare specie di mammifero, avvenuta nel 2008.
Il dipinto raffigura due esemplari di toporagno-elefante dalla testa grigia - Sengi in Swahili - una sorta di fossile vivente nelle foreste pluviali della Tanzania centro meridionale.


Un prezioso catalogo di 80 pagine a colori presenta tutte le opere, un commento artistico sugli elementi ispiratori (a cura dell'autore),un inquadramento scientifico delle specie rappresentate (a opera del MUSE) e un testo critico di Giorgia Cassini, già direttore artistico del Padiglione Italia della Biennale di Venezia del 2012 e curatrice di altre esposizioni di Boscheri.

Nel mese di settembre è previsto lo svolgimento di un evento musicale legato all'esposizione.

 




 

​Maurizio Boscheri

BIODIVERSITART

A cura di
Mario Liberali
Osvaldo Negra

Organizzazione e realizzazione
MUSE | Museo delle Scienze

Supervisione generale
Michele Lanzinger

Coordinamento organizzativo MUSE
Osvaldo Negra
Alessandra Tomasi

Coordinamento allestimenti MUSE
Alessandra Tomasi

Grafica
Loris Berardi
BigFive Agency

Materiali e realizzazione allestimenti MUSE
Enrico Betti
Paolo Bonvecchio
Matteo Perini
Francesco Rigobello
Karol Tabarelli de Fatis
Gianluca Valle

Comunicazione MUSE
Chiara Rinaldi
Elisa Tessaro

Chiara Veronesi
Monika Vettori

Coordinamento amministrazione MUSE
Massimo Eder

Si ringrazia in particolare
Claudio Marconi
Matteo Orlandi
Laura Pedrotti
Servizio Sostegno Occupazionale
e Valorizzazione ambientale P.A.T
 
Condividi
 
 
 
Mostra
Dove
Quando
Dal 14 giugno 2014
Al 8 settembre 2014
Orari
ma -ve: 10.00 - 18.00
sa - do: 10.00 - 19.00
Per chi
Tutti
Biglietto
tariffa compresa nel biglietto d'ingresso