Oreonebria castanea

Coleoptera, Carabidae

Val Cedec, Lombardia, Italia
 
 
2007
 
Mauro Gobbi
 
Mauro Gobbi
 
 
Oreonebriacastanea è una specie tipica di ambienti periglaciali, nivali e di piane proglaciali su substrati silicei. I ricercatori del Museo delle Scienze nel 2007 hanno scoperto che questa specie possiede plasticità morfologica. Gli individui che compongono le sue popolazioni possiedono differente dimensione corporea in relazione alla stabilità dell’ambiente in cui vivono. Le dimensioni corporee decrescono con l’aumentare della vicinanza con i ghiacciai

Queste variazioni dimensionali sono state spiegate attraverso la velocità di sviluppo della larva e della disponibilità trofica. Ambienti stabili come le praterie alpine offrono alle larve maggiore disponibilità di cibo e la possibilità di svilupparsi con calma. Ambienti estremi come i margini dei ghiacciai comportano uno sviluppo larvale veloce che unito alla minore disponibilità di cibo determina individui di piccole dimensioni. Tale capacità adattativa permette a questa specie di sopravvivere anche in condizioni di vita estreme come quelle presenti nelle aree glacializzate delle Alpi.