Collezioni Preistoria

  • _FP47895_620x305
  • _FP47937_620x305
  • _FP47963_620x305
  • _FP51808_620x305
  • _FP48069620x305
immagine precedente immagine successiva

Le collezioni archeologiche custodite al MUSE si riferiscono a materiali litici (selce), ceramici, manufatti in osso e corno, decorativo ornamentali, oggetti d’arte in pietra, legno, fibre vegetali, oggetti metallici, faune (resti di pasto) e resti antropologici. La sezione di preistoria gestisce circa 200 collezioni, che comprendono reperti provenienti da siti paleolitici, mesolitici, neolitici, dell’età del rame, bronzo, ferro, fino alle soglie della romanizzazione.

 
 
preistoria
  • Preistoria
     
  • La collezione


PALEOLITICO, MESOLITICO E NEOLITICO

Le collezioni preistoriche sono maggiormente rappresentate da reperti in selce scheggiata delle antiche popolazioni di cacciatori-raccoglitori e dai primi recipienti in ceramica appartenenti alle prime popolazioni stanziali del neolitico. In particolari condizioni di conservazione del deposito archeologico (grotte, riparo sottoroccia e torbiere), si associano altre categorie di reperti facilmente deperibili quali ossa, corna, ornamenti e arte.

 
protostoria
  • Protostoria
     
  • La collezione


ETÀ DEL RAME, BRONZO E FERRO

Le collezioni protostoriche sono rappresentate principalmente da reperti ceramici e manufatti in metallo. Queste categorie di reperti testimoniano una serie di fondamentali trasformazioni, economiche e culturali nelle società umane. I reperti delle collezioni museali, di varia tipologia, sono attribuibili ad un vasto arco cronologico che va dall’età del Rame fino alle soglie della romanizzazione.


 
oggetti-arte
  • Oggetti d'arte
     
  • La collezione


I ritrovamenti di sostanze coloranti, di oggetti ornamentali, di opere d’arte, vengono interpretati come manifestazioni concrete della spiritualità delle antiche popolazioni preistoriche. In alcuni insediamenti del Paleolitico finale e del Mesolitico sono noti reperti incisi o dipinti che si possono raggruppare in categorie diverse: oggetti ornamentali ricavati da materie dure animali, decorate da incisioni; schegge di selce con motivi geometrico-lineari incisi; segni lineari, geometrici o figure di animali incisi su osso e pietre; disegni schematici; pietre dipinte in ocra rossa con raffigurazioni schematiche, zoomorfe e antropomorfe. Sono state rinvenute anche conchiglie marine, probabilmente utilizzate per scopi ornamentali. La loro acquisizione in epoca preistorica può essere avvenuta tramite scambi.

 
antropologia
  • Antropologia
     
  • La collezione


Tra le diverse forme di ritualità le sepolture sono sicuramente le espressioni più significative.Uno dei dati costanti della preistoria consiste nella comparsa di sepolture intenzionali.Le collezioni antropologiche del museo contano un totale di 106 individui che appartengono ai periodi che vanno dal mesolitico fino alle soglie della romanizzazione.